CATANZARO TEATRO COMUNALE – Bilancio positivo per “ComunHalloween”.

Bilancio positivo per “ComunHalloween”. Un esperimento riuscito quello che per tre giorni – 31 ottobre, 1 e 2 novembre – ha trasformato il Teatro Comunale, nel centro del centro storico di Catanzaro, in un parco divertimenti a tema horror, in linea con il clima di mistero e “stimolante” terrore che si respira in occasione di questo periodo dell’anno che nella cultura celtica segnava il passaggio dall’estate all’inverno.

Halloween cade il 31 ottobre di ogni anno e viene festeggiato soprattutto negli Stati Uniti e inInghilterra, anche se negli ultimi decenni ha preso piede anche in molti altri paesi, compresa l’Italia. E, quest’anno, la grande famiglia del “Comunale” ha voluto creare un evento particolare capace di coniugare lo spirito di Halloween con la riscoperta delle storie dimenticate della nostra città, una occasione divertente per conoscere e diffondere personaggi e vicende che ci appartengono come comunità.

Sono stati davvero in tanti a voler partecipare ai tour “spettrali” all’interno del Teatro – diretto da Francesco Passafaro – animato con grande maestria dagli attori e dagli allievi del TeatroLab che hanno saputo coinvolgere e far divertire il pubblico tra musica, luci, fumo, storie, sangue, scenografie. Il tutto all’insegna della scoperta della bellezza nascosta di Catanzaro, i misteri e le storie riemerse dalle viscere del “Comunale” che diventano indovinelli da risolvere per poter uscire “vivi” dalle stanze tematiche, risolvendo gli enigmi.

E, così, che all’ingresso del teatro è pronto ad accogliere il pubblico impavido lo spirito dell’attore Giuseppe Reali, morto suicida nel teatro, tradito dalla memoria che gli ha fatto dimenticare le battute. Ombre scure e spaventose dame velate raccontano di figlie morte e riapparse come vive ad ignari passanti, di innamorati delusi che decidono di porre fine alle proprie pene d’amore lasciandosi cadere dal Ponte di Siano.

Ma il percorso verso l’uscita è segnato anche dalla storia dei nostrani Giulietta e Romeo, l’amore tragico tra Rachele De Nobili e Saverio Marincola, figli di famiglie politicamente contrapposte.

“Attraverso ComunHalloween ci siamo divertiti ma abbiamo anche dato la possibilità a chi a partecipato ai nostri tour di riscoprire misteri irrisolti a Catanzaro, fatti particolari e a volte inquietanti, un po’ alimentati dalla fantasia e un po’ (parecchio) reali, fatti che non tutti conoscono – ha dichiarato Francesco Passafaro -. È stata un’esperienza a dir poco emozionante, sia per il pubblico che ha partecipato in modo fantastico, sia per l’eccezionale gruppo di attori, tecnici, creatori, staff che ha saputo gestire un evento “diverso”, particolare, che noi da soli non avevamo mai fatto prima. Raccontare i misteri di Catanzaro in chiave “horror ma non troppo”, far conoscere tutto il Comunale, non solo il palco, recitare a 15 centimetri dalle persone e essere costretti a improvvisare, in base alla reazione del pubblico: è stata davvero una esperienza straordinaria per i nostri allievi”.

E adesso non resta che aspettare domenica 27 novembre per un nuovo appuntamento con la stagione del “Teatro Incanto”: in scena alle 18, infatti, “Il sindaco del rione Sanità”.

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail