Isola Capo Rizzuto : al via “Occhi ai bimbi”, prevenzione oculistica per i bambini del territorio.

Il comune di Isola Capo Rizzuto, attraverso il Sindaco Maria Grazia Vittimberga e il settore Servizi
alla Persona – Sociali e Politiche Giovanili dell’ente, aderisce al progetto “Occhio ai Bimbi”. Si tratta
di una campagna di prevenzione per l’ambliopia, meglio nota come “occhio pigro”, una condizione
che interessa il 4% della popolazione mondiale e comporta la riduzione della capacità visiva di un
occhio, in alcuni casi anche entrambi. L’iniziativa rientra in una serie di azioni proposte dal
Poliambulatorio l’Annunziata del dottor Vincenzo Petrocca, in collaborazione con l’ente comunale,
mirate al coinvolgimento dei bambini, delle famiglie e del mondo della scuola. Le finalità del
progetto “Occhio ai Bimbi”, sono quelle di sensibilizzare l’opinione pubblica e permettere alle
famiglie ed ai bambini di usufruire di momenti di crescita, di prevenzione e di confronto
istituzionale. E’ chiaro, però, che l’obiettivo principale è quello di prevenire eventuali disturbi ai
bambini, poiché la salute dei più piccoli non spetta solo alla famiglia ma anche le istituzioni e la
società devono avere il dovere di intervenire in modo urgente. Il progetto finale prevede una visita
gratuita per circa 600 bambini, tenuta da medici specialisti con gli stessi professionisti terranno
anche sei incontri di prevenzione che coinvolgeranno genitori, insegnati e istituzioni, al fine di
sensibilizzarli e formarli su una serie di patologie accidentali che colpiscono i bambini. Il dottor
Vincenzo Petrocca, responsabile del Poliambulatorio, spiega in sintesi il progetto: “Il tutto nasce
dal desiderio e dalla necessità di mettere al centro della nostra società la famiglia e soprattutto i
bambini, fascia debole che rappresenta il futuro”. “Il Poliambulatorio Annunziata – continua il
dottor Petrocca – grazie anche alla piena collaborazione dell’amministrazione comunale, che si è
dimostrata sensibile ed immediatamente interessata a quest’iniziativa, ha intenzione di
promuovere la prevenzione alla cura con particolare attenzione alla sicurezza”. “Questo progetto –
ribatte specifica Petrocca – si divide in due parte: la prima è rivolta direttamente ai bambini, l’altra
è per gli adulti ma sempre mirata alla sicurezza degli stessi bambini, nello specifico abbiamo
voluto organizzare un corso gratuito di primo soccorso pediatrico in collaborazione con la Simeup e
la Prolife. Il corso – sottolinea il dottore – è rivolto a genitori, insegnanti e a tutti coloro che sono
interessati, bisogna essere pronti in caso succeda qualche incidente domestico, e dati sugli
incidenti domestici che riguardano i bambini sono elevati”.” Per quanto concerne lo screening –
conclude Petrocca – sarà completamente gratuito e lo faremo direttamente nelle scuole, bambini
che hanno questi disturbi visivi per potrebbero causare problemi anche durante la loro crescita, in
caso di problemi i bambini verranno indirizzati verso strutture di competenza per le visite
specialistiche”

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail