Depurazione: Il sindaco Cascini di Belvedere Marittimo esprime soddisfazione per le azioni intraprese dalla Regione.

Il neo letto sindaco Vincenzo Cascini, nella mattinata oggi, ha presieduto alla conferenza stampa,
tenutasi presso la Cittadella regionale, in merito all’ordinanza emessa dalla Regione Calabria, nei
giorni scorsi, sulla depurazione. L’ordinanza di fatto delega il Corap a gestire i 14 depuratori sul
Tirreno, tra i quali quello del comune di Belvedere Marittimo, per i quali si sono accertate criticità
nel funzionamento e nella gestione.
Il Presidente Occhiuto, coadiuvato dal dg del Dipartimento Ambiente Salvatore Siviglia, ha
espresso la ferma decisione di invertire la rotta che sin ora ha caratterizzato una cattiva gestione
della depurazione nell’intera regione. La Regione Calabria ha, infatti, già impegnato, nei mesi
scorsi, 2,4 milioni per smaltire i vecchi fanghi, a cui si aggiungeranno circa 3 milioni di contributi
straordinari per i comuni attenzionati. Sotto accusa soprattutto le pompe di sollevamento.
Problematica questa denunciata, per quanto riguarda il depuratore di Belvedere Marittimo, dallo
stesso sindaco Cascini, nella scorsa legislatura, e per la quale erano state già intraprese azioni
atte alla risoluzione della questione. Lo stesso primo cittadino ha confermato, nell’incontro di oggi,
la ferma decisione di intervenire in maniera netta e definitiva ed ha ringraziato il Presidente
Occhiuto per l’impegno preso a sostegno dei Comuni, alcuni dei quali hanno ereditato dal passato
il malfunzionamento dei propri depuratori. 
“Non posso che esprimere grande apprezzamento nei confronti del Presidente Occhiuto – ha
affermato il sindaco di Belvedere Marittimo – che si è fatto carico della salute delle nostre realtà
marittime e di questioni che incidono negativamente, non soltanto sulla qualità delle nostre acque
e quindi del nostro mare, ma che hanno ripercussioni pesanti sul turismo”. “Le quote messe a
disposizione – ha precisato Cascini – serviranno ad aggredire in maniera rapida tutte quelle
negatività che esistono anche prima dell’estate e che chiaramente, dato l’alto numero di presenze
sulle nostre coste, aumentano nella stagione estiva”. Ed ha concluso: “Superata questa, si
attueranno più ampiamente tutte le procedure necessarie per portare a termine lavori e risolvere
tutte le problematiche inerente il funzionamento del nostro depuratore. Importante sarà il supporto
dei tecnici regionali che sono già al lavoro”. “L’invito – ha concluso – che rivolgo a tutti, è quello di
essere noi stessi sentinelle del nostro territorio e di tutelare e difendere il benessere e, quindi, la
salute della nostra comunità, con azioni che perseguono il senso civico e atteggiamenti
responsabili”.

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail