La drammatica situazione dell’ AeroportoSant’ Anna di Crotone.

Mentre il popolo reclama a gran voce dei voli per poter accedere alle strutture sanitarie presenti al nord ed effettuare il viaggio della speranza.

Mentre i cittadini jonici che hanno lavorato per mesi fuori dalla nostra terra vorrebbero tornare per riabbracciare i propri cari.

Mentre cittadini dalla Germania vorrebbero ritornare nelle loro case.

Mentre tutto ciò avviene nell’indifferenza ed insensibilità totale della politica leggiamo attoniti i comunicati stampa in cui eroi ed eroine della nostra terra si prendono i meriti di voli che allo stato attuale non ci sono e che attendiamo da ormai 4 anni.

Mentre i cittadini son disperati qualcuno si glorifica!

Un aeroporto in cui per mesi è mancata l’aria condizionata, salvo nostra segnalazione alle autorità e ripristino della stessa, e dove ancor oggi non c’è un servizio ristoro che possa dare un po’ di accoglienza ai passeggeri in transito ed ai loro accompagnatori in questa caldissima estate.

Un aeroporto dove domenica 26 giugno mancava addirittura l’acqua nei distributori automatici sarebbe al centro di una politica attenta e sensibile da parte di Regione e Ministero???

Vi preghiamo di evitare di far comunicati stampa che offendono ancor più la sensibilità dei cittadini. La strada per concretizzare gli oneri di servizio non è ancora neppure iniziata!!! Il primo atto formale, infatti, è l’indizione della conferenza dei servizi da parte del presidente della Regione e questo iter dura circa un anno!!!

Inoltre, stiamo parlando di un investimento finanziario di quasi 13 milioni di euro per la sola rotta Crotone-Roma per i prossimi 3 anni!!!

E gli altri voli necessari per i cittadini crotonesi? Cosa bisognerà fare per avere per avere di nuovo il Crotone-Pisa, un volo diretto per la Germania ed un volo diretto per Torino? Quanto ancora dovremo aspettare???

Vi preghiamo Onorevole Elisabetta Maria Barbuto di concretizzare qualcosa sui trasporti senza cercar di far lo scaricabarile sulla regione perché il suo mandato volge a termine ed a Crotone ancora non si vede nulla!!!

Le ricordiamo che nel 2018 l’ex Ministro Toninelli proponeva a Crotone la soluzione della continuità territoriale come unica possibilità per aver i voli verso la Capitale mentre a Reggio Calabria venivano programmati ed

operati i voli per Roma e Milano da Alitalia prima e da Ita Airways ora! Due pesi e due misure!!! Reggio Calabria pur avendo la possibilità di accedere alla continuità territoriale ha preferito avere gli aerei subito e non ancora promesse!!!

Illustrissimo Salvatore Gaetano, consulente del Presidente Occhiuto, inutile far comunicati stampa elogiando un operato di cui ancor oggi i cittadini non hanno contezza tanto sui trasporti quanto sulla sanità, basti pensare che i crotonesi al minimo problema devono affrontare i viaggi della speranza al prezzo spesso stratosferico di € 395 euro!!!

Il Comitato Cittadino Aeroporto Crotone coglie l’occasione anche per pregarla di riferire al Presidente Occhiuto che a causa anche della Sacal, amministrata dalla Regione Calabria, meno di un mese fa alcuni cittadini hanno vissuto per due giovedì consecutivi un vero e proprio incubo in attesa del volo Crotone-Bergamo risolto con approssimazione assurda e tanti disagi dal gestore aeroportuale con un transfer improvvisato verso Lamezia Terme. Ci teniamo a precisare dott. Gaetano che mentre a Lamezia Terme vengono annunciati quotidianamente nuovi voli, ultimi quelli per Berlino e per Vienna, a Crotone decollano per l’ennesima volta solo promesse!

Il tempo delle promesse per i cittadini crotonesi e jonici è scaduto!

Il tempo delle polemiche è giunto al termine!

Ora vogliamo i fatti sia da chi è stato eletto alla guida della Regione che da chi ci rappresenta in parlamento.

Viviamo in una “Calabria Straordinaria”, come narra l’assessore Orsomarso, e non è giusto che per cittadini diventi una Calabria da incubo in cui veder riconosciuto un proprio diritto debba esser considerato una vera e propria conquista!

Nel mentre i comuni e mortali cittadini continueranno a guardare il cielo ed i binari sperando di riavere quello che era nostro qualche decennio fa quando eravamo liberi di partire, liberi di tornare con treni e aerei che ora sono solo un ricordo di un’epoca florida della nostra terra.

Il Direttivo

Comitato Cittadino Aeroporto Crotone.

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail