Consiglio provinciale a Isola Capo Rizzuto: approvati tutti i punti. Grande partecipazione dei sindaci e dei cittadini.

Il Consiglio provinciale “itinerante” nel pomeriggio di mercoledì 16 novembre ha fatto tappa a Isola Capo Rizzuto.  Assise convocata per discutere e deliberare su otto punti: verbale seduta precedente del 6 luglio 2022, bilancio consolidato dell’esercizio 2021, documento di Programmazione 2022/2024, adozione dello schema Bilancio di previsione 2022/2024, bilancio di previsione 2022/2024, istituzione Stazione Unica Appaltante dei Concorsi della Provincia di Crotone (S.U.A.C.P.C.), istituzione della “Piattaforma Tuttogare Comuni” (P.T.C.) per la gestione, in forma autonoma, delle procedure di approvvigionamento di lavori, servizi e beni non rientranti tra quelle di competenza della Centrale Unica di Committenza della Provincia di Crotone, da parte degli enti pubblici locali, gestione AMP “Capo Rizzuto” – Approvazione Disciplinare per l’applicazione del Regolamento di esecuzione e organizzazione dell’Area Marina Protetta “Capo Rizzuto” DM 26.05.2009.

Consiglio provinciale partecipato, così come da obiettivo ed auspicio dell’amministrazione guidata da Sergio Ferrari che lo ha fortemente e convintamente portato nelle comunità locali.

Il consiglio diviene così strumento utile per favorire l’ascolto e la condivisione, strumento privilegiato per restituire all’Ente la sua funzione: essere collante tra territorio, amministrazioni locali e governo regionale, interprete reale delle istanze.

Che la strada intrapresa è quella giusta, lo ha confermato non solo l’entusiasmo, lo scorso luglio dell’amministrazione di Savelli e del sindaco Frontera, ma nel pomeriggio di ieri lo ha ribadito il sindaco di Isola Capo Rizzuto Maria Grazia Vittimberga, dei suoi amministratori, dei cittadini e dei sindaci presenti per l’assemblea.

Approvati tutti i punti in discussione, incassato con voto unanime il parere dell’assemblea dei sindaci, rappresentativi del 75% del territorio provinciale, il che conferma che c’è unità di veduta, c’è comunanza di visione, che l’azione amministrativa provinciale ha l’appoggio delle amministrazioni locali, si procede dunque insieme nella stessa direzione.

Si è discusso dei punti all’ordine del giorno, ma non solo, è stata ancora una volta l’occasione per affrontare i problemi e le difficoltà che i 27 comuni della provincia devono affrontare: viabilità, servizi, acqua e sviluppo.

“Lavoriamo insieme quotidianamente – ha dichiarato il Presidente Ferrari – per riempire di contenuti quei cassetti rimasti per troppo tempo vuoti. Lavoriamo per intercettare e portare a casa finanziamenti e risorse, perché le difficoltà economiche dell’Ente non devono essere un alibi, ma uno stimolo per fare di più e meglio. Ed i risultati stanno arrivando, partecipiamo a bandi, otteniamo finanziamenti ed il lavoro dei tanti professionisti presenti nell’amministrazione provinciale, dei consiglieri provinciali, ci sta mettendo nelle condizioni di poter finalmente intervenire, fuori dalle emergenze, programmando, pianificando!”

Parallelamente si mettono in atto azioni che riportano l’Ente al centro dell’attenzione, con servizi di eccellenza, è il caso della Stazione Unica Appaltante che rafforza il suo ruolo a sostegno delle amministrazioni locali, consentendo loro di rispettare i termini, sempre più stringenti, dettati dalla nuova normativa e che non devono essere un ostacolo per afferrare le opportunità.

Stazione Unica Appaltante che quindi sarà accanto ai Comuni non solo per le procedure sopra soglia, ma anche per quelle sotto soglia, oltre che per le procedure concorsuali, grazie ad una Piattaforma informatica ad hoc.

E ancora turismo, Area Marina Protetta, che deve essere elemento trainante nei processi di sviluppo economico.

Non si tralascia nulla, e si punta a costruire un’azione amministrativa integrata e coordinata, in grado di fare di Crotone una Provincia forte.

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail