Serrastretta: un albero per la vita e per la legalita’

Le due giornate dedicate al progetto ”Un albero per il futuro” messe in
campo e realizzate a Serrastretta e a Decollatura dall’Istituto
Comprensivo in collaborazione con i sindaci Muraca e Perri, con la
partecipazione di Coldiretti Donne Impresa e con la presenza delle
stazioni CC di Decollatura e Serrastretta, sono volte al termine, lasciando
una grande consapevolezza nei ragazzi: bisogna essere responsabili e nel
contempo custodi del mondo che abbiamo intorno.
Entrambe le giornate sono state magistralmente guidate dalla prof.ssa
Raffaella Pascuzzi e si sono svolte nell’armonia e nella gioia di ricevere nel
proprio territorio delle nuove piante che saranno accudite e protette
proprio dai piccoli e dai loro insegnati, perché da oggi avranno dei fratelli
verdi da curare. Il progetto infatti, prevede che siano proprio i ragazzi a
tenere d’occhio gli alberi che i Carabinieri del Reparto Biodiversità di
Catanzaro hanno fornito.
Due giorni arricchiti dai lavori dei bimbi e dei ragazzi: la musica con il prof.
Giuseppe Caruso l’ha fatta da padrona e i ragazzi della secondaria sono
stati davvero impeccabili.
I più piccini hanno prodotto meravigliosi pensieri e altrettanti elaborati.
Il momento massimo si è avuto con l’intervento del Reparto Carabinieri
della Biodiversità di Catanzaro e il suono degli alberi, unito alla consegna
da parte del Col. Nicola Cucci al Dirigente Scolastico, il dott. Antonio
Caligiuri, di una talea dell’albero della legalità un ficus creato per
duplicazione dall’Albero Falcone, il meraviglioso albero che cresce davanti
a quella che era l’abitazione del giudice ucciso dalla mafia a Palermo.
L’Arma ha attivato con il Ministero per la Transizione Ecologica e il
Ministero dell’Istruzione questo progetto triennale di educazione alla
legalità ambientale. Lo scopo dell’iniziativa è proprio quello di realizzare
un bosco diffuso e gli studenti possono monitorare attraverso una app la
quantità di anidride carbonica che assorbono e trasformano le piante
messe a dimora, contribuendo così a migliorare la qualità dell’aria e
cercando di contrastare l’effetto serra. All’interno del progetto è stato
inserito l’Albero Falcone, con esemplari selezionati nei centri di
biodiversità. L’Istituto Comprensivo e i partner hanno sposato in pieno
l’iniziativa nel suo duplice valore: spirito ecologico e legalità. L’obiettivo,
così come asserito dal Dirigente Scolastico, il dott. Caligiuri, “è quello di
formare e stimolare la consapevolezza e guidare i cittadini di domani”.

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail