Isola C.R.: la Giunta punta sulle scuole superiore: autonomia per l’Alberghiero e nuovo polo agrario sul territorio

Con Delibera di Giunta numero 262 del 29 dicembre è stato approvata la Proposta alla Regione Calabria di rafforzamento e istituzione autonomia scolastica dell’istituto per i servizi alberghieri di ristorazione e del turismo di Le Castella. In sintesi è stato chiesto alla Regione Calabria, per il tramite dell’Amministrazione Provinciale di Crotone l’autonomia dal Polo di Cutro dell’istituto presente a Le Castella, nel comune di Isola Capo Rizzuto, inoltre è stata anche avanzata la proposta di rafforzare l’istituto con l’insediamento sul territorio dell’istituto agrario (già attivo in passato nella frazione di Sant’Anna). Ciò al fine di valorizzare i due settori di punta del territorio, turismo ed agricoltura, far diventare più appetibile l’iscrizione agli stessi e formare i tecnici, i professionisti e gli imprenditori del futuro. Attualmente, infatti, l’istituto di Le Castella è gestito dal Polo di Cutro e pertanto il Comune di Isola Capo Rizzuto, pur avendolo sul territorio, non ha potere decisionale.

Nella stessa delibera viene sottolineato come il Comune di Isola Capo Rizzuto, territorio ad alta vocazione turistica ed agricola con la presenza di numerosi complessi turistici e della ristorazione sparsi lungo il litorale che comprende le frazioni di Le Castella, Capo Rizzuto – Le Cannella – Capo Piccolo e Sant’Anna – Marinella le numerose aziende agricoli, meriti un autonomia scolastica in tal senso. Con questo atto, l’Amministrazione del Sindaco Maria Grazia Vittimberga vuol garantire un incremento degli alunni ed una partecipazione fattiva al percorso formativo offerto dall’Istituto rafforzandolo con i servizi turistici ed agrari. Da mesi, infatti, l’Amministrazione sta lavorando con la Provincia per rafforzare l’offerta scolastica del territorio e questa proposta mira proprio in questa direzione: rafforzare e chiedere l’autonomia della già presente scuola Alberghiera e riportare sul territorio l’Istituto Agrario

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail