“Mary Poppins” è tornata e porta il sold out al Teatro Comunale

Il vento dell’est riporta la più famosa bambinaia del mondo – nata dalla fantasia di Pamela Travers e divenuta un’icona grazie al genio di Walt Disney – sul palcoscenico del Teatro Comunale di Catanzaro, nel centro del centro storico. Un fine settimana impegnativo per gli attori e le attrici, i tecnici, e le maestranze del “Teatro Incanto”, diretto da Francesco Passafaro, che con il musical “Mary Poppins” hanno messo in scena un lavoro corale finalizzato a far divertire e riflettere. Lo spettacolo, frutto di grande impegno, passione e determinazione, chiude la stagione teatrale del “Teatro Incanto”, iniziata il 20 novembre con un omaggio a Gigi Proietti.

“Mary Poppins”- che ha il sorriso, dolce ma determinato di una incantevole Francesca Guerra – rappresenta un’altra produzione del “Comunale”, realizzata grazie agli sforzi di una squadra che ha affrontato le difficoltà lasciate in eredità da due anni di pandemia con il coraggio di chi crede nel potere salvifico dell’arte, nel linguaggio diretto ed emozionale delle immagini che ispirano la bellezza del cuore.

Questa favola moderna – che oltre ad affascinare i più piccoli deve essere raccontata agli adulti di tutto il mondo che hanno smesso di essere bambini – ha saputo richiamare l’attenzione del pubblico stimolato dalla magia di una storia che fa sempre ritornare bambini, a caccia di aquiloni, con la voglia di saltellare per i tetti, scivolare nei camini e saltando in qualche disegno colorato.

E la platea del Teatro Comunale, finalmente – dopo i lunghi e bui mesi del post pandemia – ha spento la paura e riacceso il sorriso: ha accolto il suo pubblico come in un grande abbraccio, in un atteso e commovente sold out.

Francesco Passafaro, sempre più bravo, incarna un credibile mister Banks: tutto preso dall’andamento degli affari e da una vita piena di regole, dovrà incontrare la tata più famosa del mondo per ricordare quanto sia meraviglioso far volare un aquilone in compagnia dei propri figli, Micheal e Jane che hanno il volto dei talentuosi Gregorio Condito e Greta Bronzi.

Oggi, che siamo tutti presi dai cellulari, dai social, e da una vita in cui si corre sempre senza sapere dove si sta andando, la favola ritorna in tutta la sua forza. Ne abbiamo bisogno. Ripetere “Supercalifragilistichespiralidoso” diventa un antidoto alla tristezza degli adulti che hanno perso di vista la fiducia nel futuro, prima di tutto dei sentimenti. Del resto “basta un poco di zucchero”, per buttare giù l’amarezza e tornare a sorridere. La magia delle favole farà il resto (tanto che c’è stata anche tanta voglia e spazio per le foto di rito con la nostra Mary).

E, quindi, grazie a: Francesca Guerra, Michele Grillone, Stefano Perricelli, Elisa Condello , Michele Muzzi (aiuto regia), Futura Peta, Marco Trocino, Gerarda Golfieri , Rita Sia, Licia Lojacono, Mario Scozzafava, Domenico Vavalà, Marinella Bruno, Anna Palmese , Domenico Scarpino, Gregorio Condito, Greta Bronzi; la Compagnia dei Bimbi; la Rampa di Lancio; l’Academy della scuola di teatro TeatroLAB 2 ore fuori dal mondo; la scuola di danza “Maison D’art “di Francesco Piro; Kalisfera service, a cura di Gregorio Fera; foto di scena di Francesco Lucia; Video Fotovideando di Antonio Moniaci; Ufficio stampa Freemedia 21 di Maria Rita Galati. Direzione di scena Marzia Passafaro. Movimenti scenici Roberto Malta. Grafica Alessandro Passafaro. Regia Francesco Passafaro.

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail