Camera di Commerio di Crotone: Sembra avviarsi verso una normalizzazione il bilancio tra iscrizioni e cessazioni di imprese

L’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Crotone ha elaborato i dati relativi alle iscrizioni, cessazioni e variazioni di imprese intervenute nel corso del secondo trimestre del 2022 (Movimprese). Tali elaborazioni rientrano tra le diverse attività di analisi e studio messe in atto dall´ente camerale al fine di approfondire la conoscenza del sistema economico provinciale sia in chiave strutturale che congiunturale.

Aumentano di 110 unità le imprese della provincia crotonese nel secondo trimestre del 2022, dopo 2 anni di pandemia sembra avviarsi una normalizzazione del bilancio tra iscrizioni e cessazioni delle attività del territorio.

Da aprile a giugno 2022, a fronte di 245 nuove iscrizioni, sono state denunciate 135 cessazioni (dato al netto delle cancellazioni d’ufficio) che hanno portato lo stock complessivo di imprese a 18.184. Dal confronto emerge un tasso di crescita nella nostra provincia pari a 0,60%, dato superiore a quello registrato nella regione Calabria (0,50%) e a quello registrato nel territorio nazionale (0,54%). L’analisi dei dati in serie storica evidenzia una sostanziale paura nell’intraprendere un’attività economica: il numero di iscrizioni nel secondo trimestre di quest’anno (245) è, in valore assoluto, il più basso degli ultimi anni.

“La rilevazione trimestrale conferma un timoroso riavvio, anche per il nostro territorio, di nuove attività – è il commento del Commissario straordinario della Camera di commercio di Crotone Alfio Pugliese – dopo due anni di Covid le cancellazioni procedono lentamente verso una normalizzazione, l’auspicio è che sia un segno della vera ripresa economica dopo questi duri anni”.

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail