Comune di Crotone a proposito della gestione degli impianti sportivi

Abbiamo appreso della conferma del decreto ingiuntivo da emettere in favore del Comune di Crotone a seguito del ricorso promosso dal Consorzio Daippo sulla questione delle utenze della piscina comunale. In forza di detta sentenza, l’ex concessionario dovrà restituire oltre 80.000 euro al Comune di Crotone a titolo di canoni e di utenze per la piscina olimpionica indebitamente non versati ed a suo tempo ingiustamente versati dal Comune di Crotone. Lo stabiliva sin dall’inizio un contratto ma così non è stato. Il tutto a spese della collettività. 

A prescindere da quello che sarà l’esito del procedimento penale a carico di ex amministratori e funzionari e della vicenda che tre anni fa portó alle dimissioni dell’ex sindaco Pugliese, questa  sentenza, già oggi, costituisce ove ce ne fosse bisogno, la riprova processuale di un sistema poco trasparente sul fronte dell’impiantistica sportiva e che oggi, attraverso le procedure messe in campo dall’amministrazione Voce, si può parlare di regolari affidamenti soprattutto attraverso il puntuale adempimento dei contratti, dove si stabiliscono diritti ed obblighi fra l’ente ed i concessionari degli impianti.

I consiglieri comunali:

Paolo Acri

Domenico Lo Guarro

Paola Liguori

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail