Covid: Regione, da Azienda Ospedaliera Universitaria CZ dai 9 ai 12 nuovi posti letto in terapia intensiva

Il presidente della Regione Calabria e commissario per la sanità, Roberto Occhiuto, il sub commissario per la sanità, Maurizio Bortoletti, e la dirigente generale del Dipartimento Salute della Regione Calabria, Iole Fantozzi, hanno avuto questo pomeriggio una riunione con i vertici dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Mater Domini di Catanzaro.Il presidente Occhiuto ha chiesto all’Azienda Ospedaliera di supportare il sistema sanitario regionale in questa particolare fase di recrudescenza del virus.L’Università metterà, dunque, a disposizione della Regione dai 9 ai 12 nuovi posti letto in terapia intensiva – che si sommeranno alla dotazione attualmente disponibile in Calabria – dedicati esclusivamente ai pazienti Covid.I ventilatori polmonari necessari per attivare queste nuove postazioni sono già nella disponibilità della Mater Domini.Mancano, per la definitiva operatività dei nuovi posti letto, altri componenti tecnici, la cui disponibilità verrà verificata nelle prossime ore: per questo fine il presidente Occhiuto è pronto a coinvolgere la struttuta commissariale del generale Figliuolo.I medici e gli anestesisti, così come il personale infermieristico, verranno messi a disposizione dall’Azienda Ospedaliera Universitaria.
“Avremo finalmente un incremento della dotazione di posti letto in terapia intensiva – afferma il presidente della Regione, Roberto Occhiuto -, un passo in avanti fondamentale per contrastare l’aumento dei contagi e la conseguente pressione sulla rete ospedaliera. Ringrazio l’Azienda Ospedaliera Universitaria Mater Domini di Catanzaro, il magnifico rettore, Giovambattista De Sarro, e il commissario Giuseppe Giuliano, per il lavoro fatto e per quello che faranno nei prossimi giorni.Una iniziativa importante che vede il concorso di tante eccellenze calabresi, unite nella battaglia contro il Covid, e intente a remare tutte nella stessa direzione per il bene della nostra Regione”.

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail