CROTONE: DETENEVA “MARIJUANA”, “HASHISH”, DENARO E PROIETTILI NEL VANO CALDAIA DELLA SUA ABITAZIONE.

ARRESTATO UN 30ENNE, DISOCCUPATO

Nella mattinata di ieri, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Crotone, insieme a quelli della Stazione di Scandale (KR) e all’unità cinofila del Comando Provinciale della Guardia di Finanza del Capoluogo, nel corso di un apposito servizio, effettuato nell’ambito delle attività di contrasto al fenomeno della diffusione delle sostanze stupefacenti nell’intera provincia, disposte dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Crotone, hanno controllato, presso la sua abitazione, ubicata nelle Frazione “Gabella” di Crotone, un 30enne, disoccupato.

In particolare, i Carabinieri hanno effettuato un’accurata perquisizione presso la sua dimora, trovando, abilmente occultati all’interno del “vano caldaia”, diversi involucri in cellophane contenenti poco più di 570,00 (cinquecentosettanta/00) grammi complessivi di “marijuana”, circa 130,00 (centotrenta/00) grammi di “hashish”, una bilancia professionale munita del relativo piatto di pesata ancora sporco di residui di “marijuana”, 2 (due) bilancini elettronici di precisione, del materiale idoneo al confezionamento delle suddette sostanze, 75 (settantacinque) cartucce per pistole e fucili di vario calibro, nonché la somma di poco più di 3.800,00 (tremilaottocento/00) Euro suddivisa in banconote di vario taglio, ritenuta provento dell’attività di spaccio delle citate sostanze psicotrope, anche e non solo in ragione dell’insolito luogo di rinvenimento.

Nel corso dell’attività, è stata inoltre trovata un’agenda con degli appunti manoscritti riportanti le indicazioni d’importi di denaro con a fianco i nominativi di verosimili acquirenti, nei cui riguardi saranno effettuati ulteriori approfondimenti.

Immediatamente condotto in Caserma per il prosieguo degli accertamenti di rito, il giovane, valutate le risultanze investigative acquisite, è stato arrestato per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” e “detenzione abusiva di munizioni”, condotto presso la sua dimora in regime di “Detenzione Domiciliare” e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa dello svolgimento dell’udienza di convalida.

Il denaro, le munizioni e le droghe, sulle quali saranno effettuati gli opportuni accertamenti merceologici per stabilirne la quantità di “principio attivo”, sono stati sequestrati penalmente.

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail