Crotone, musica oltre i limiti nel centro storico, la Polizia di Stato interviene con sequestro delle apparecchiature e denunce. Bombole di gas sequestrate ad un rivenditore

Continuano i servizi predisposti dalla Questura per verificare l’osservanza di leggi e regolamenti comunali nello svolgimento delle attività commerciali, anche per tutelare il diritto al riposo delle persone.

In particolare, personale della Squadra Amministrativa, collaborato nella circostanza da personale tecnico dell’Arpacal di Cosenza, ha provveduto a rilevare, mediante specifica apparecchiatura, le emissioni rumorose di un locale pubblico sito nel centro storico, ove era in atto una serata di intrattenimento con musica dal vivo. Al termine degli accertamenti, essendo stato constatato il superamento dei limiti delle emissioni sonore imposte dalla normativa vigente, è stata interrotta la diffusione della musica, procedendo al sequestro penale dell’attrezzatura utilizzata, consistente in una cassa acustica completa di satellite, una chitarra acustica ed un microfono. Sia il legale rappresentante del locale sia il musicista che si stava esibendo sono stati deferiti alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone, per il reato di disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone.

Nel corso di un controllo effettuato nei confronti di una rivendita di gas ed elettrodomestici, sita in pieno centro cittadino, è stato rilevata la presenza di numerose bombole di gas presenti innanzi all’esercizio, per cui il titolare è stato sanzionato per aver occupato abusivamente il suolo pubblico. Inoltre, lo stesso è stato denunciato alla predetta Autorità Giudiziaria per il reato di detenzione di materiale esplodente senza autorizzazione, in quanto è stata rilevata la presenza di un numero di bombole in esubero rispetto ai limiti consentiti dalla normativa di settore, sottoposte pertanto a sequestro penale.

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail