Crotone: Sono iniziati i tre giorni dedicati alla Festa dell’Unità di Crotone a Parco Pignera. Università e ricerca, infrastrutture e trasporti e donne legalità e istituzioni i temi trattati.

La prima giornata è stata organizzata dal circolo Pd di Crotone ed ha visto tra i suoi ospiti l’europarlamentare Andrea Cozzolino che, affrontando il tema dell’Università e della ricerca come sviluppo e strumento di restanza al sud per migliaia di  ragazzi, ha puntato il dito sul miglioramento dell’istruzione al sud.
L’eurodeputato PD ha ricordato che “I livelli di formazione al sud sono molto più bassi della media italiana ed europea a causa della mancanza, tra i tanti motivi, del poco tempo passato nelle scuole: mancano nidi e tempo pieno e il personale precario non aiuta a creare rapporti stabili tra docenti e alunni. Per fortuna sulle infrastrutture sta intervenendo in PNRR, ma sul capitale umano dobbiamo investire tramite la ricerca. Ricordiamo il decennio di tagli firmato dal centro destra berlusconiano degli anni 2000 che solo negli ultimi anni aveva visto un ritorno ad un segno positivo. I nostri ricercatori sono tra i migliori al mondo ma sono costretti ad emigrare per ottenere condizioni lavorative più stabili. Quello che possiamo fare e incentivare il movimento degli studenti per conoscere nuove realtà, grazie a strumenti come l’Erasmus, ma poi cercare di far tornare a sud le nostre menti brillanti sfruttando la loro esperienza al servizio dei territori”.

Nel suo intervento, Annagiulia Caiazza segretaria cittadina ha rimarcato questo concetto: “Per troppo tempo, intere generazioni di giovani sono state lasciate fuori dalla politica. Nonostante questo i ragazzi stanno dimostrando di esser capaci di formarsi una coscienza sociale e politica e di riempire le piazze. Il PD a livello sia nazionale che locale, è l’unico partito ad occuparsi dei temi importanti per le giovani generazioni: ambiente, diritto alla studio, tirocini e stage, salute mentale, cultura. 
Parlando di giovani, è dovuto un pensiero a Davide Ferrerio ed alla sua famiaglia, così come è dovuta una riflessione su come far fronte al rischio di un degrado sociale e culturale cui le giovani generazioni rischiano di essere esposte. Per questo oggi parliamo di università come luogo di stimolo e crescita culturale. A livello locale vantiamo patrimoni storici, naturali e culturali che dovrebbero essere tutelati e studiati dalle nostre menti eccellenti. Sarebbe bello e ci batteremo per chiedere un distaccamento delle università calabresi e delle loro attività qui a Crotone, per valorizzare i temi precedentemente citati. – Poi continua – Investire sul capitale umano è una priorità per la nostra città. I giovani partono e non tornano, non per loro volontà, ma per necessità. Dobbiamo invertire questo trend dandogli la possibilità di investire nelle loro idee, nei progetti di ricerca, nelle Start up innovative. L’Universita è inoltre uno strumento non solo per fare restare e tornare giovani menti, ma anche epr attrarne di nuove sul territorio.”

Il segretario provinciale della Federazione PD di Crotone, Leo Barberio, ha introdotto così questi tre giorni: “La festa dell’unità torna sui territori locali e nei centri città. Tutti i circoli sono attivi nelle organizzazioni locali, mentre la federazione di Crotone, insieme al circolo di Crotone e alla rappresentanza regionale hanno organizzato questa tre giorni. Toccheremo temi caldi e formuleremo proposte condivise con la base. Abbiamo la necessità di ascoltare gli input dal basso”.

Al dibattito hanno preso parte anche Alessandra Pugliese
Coordinatrice Consulta degli studenti UMG di Catanzaro, Giovanni Pio Oliverio Consigliere Nazionale degli Studenti Universitari, Antonio Puntillo Senatore accademico Unical. Si è avuto anche un contributo a distanza di Fabio Carbone, Docente presso l’università di Coventry nel Regno Unito e ricercatore della Cattedra UNESCO per la gestione integrata del territorio e paesaggi culturali.

Prossima giornata oggi 27 agosto per parlare di infrastrutture e trasporti per la fascia ionica calabrese. Ne parleranno i candidati al senato Nicola Irto e Carolina Girasole e quelli alla Camera Gianni Papasso e Nico Stumpo, con la vice presidente del
Parlamento europeo, Pina Picerno.

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail