I consiglieri comunali di Crotone Riga, Familiari e Cantafora su crisi Abramo CC

Cari concittadini,

mi permetto indirizzare a tutti voi il mio più sincero augurio di buone feste.

Auspicavamo alla fine dello scorso anno un ritorno alla normalità che, purtroppo, non si è ancora concretizzato come tutti speravamo

Stiamo ancora vivendo una fase delicata dell’emergenza sanitaria.

Per questo, associandomi all’invito di Sua Eccellenza il Vescovo mons. Panzetta, esorto a vaccinarsi per contrastare questo virus che sta condizionando la vita di tutti. Così come sarà importante continuare a rispettare le regole e tutte le precauzioni del caso. Lo dobbiamo a noi stessi, lo dobbiamo alle nostre famiglie, all’intera comunità.

Questo impegno tuttavia non deve distoglierci da una ricerca, sempre più incisiva, della legittima serenità di cui ciascuno ha diritto.

E per fare questo abbiamo necessità di coesione per poter crescere come comunità.

Viviamo un tempo divisivo, ulteriormente aggravato dalle contingenze negative dovute alla pandemia.

Ma dobbiamo sforzaci tutti di virare, finalmente, verso un obiettivo comune che è quello di ritrovare il nostro orgoglio di appartenere alla comunità di Crotone.

E’ vero, le classifiche della qualità della vita raccontano altro.

Ma questa nostra città ha un tessuto importante fondato sul senso di appartenenza che ciascuno, e di questo sono certo, al di là delle difficoltà oggettive sente.

Questa città viene spesso raccontata da altri, quelli che da fuori l’osservano, senza conoscerne l’anima autentica.

Ecco, dobbiamo provare a raccontarla noi. Raccontarla agli altri per come la percepiamo quotidianamente, con le sue potenzialità, con la sua gente laboriosa, creativa, solidale.

Affidiamo a noi stessi il giudizio sulla nostra città senza lasciare che lo facciano altri, con una visione di insieme che tenga conto delle sue criticità ma anche delle enormi potenzialità.

E’ un percorso lungo sul quale è fondato il mio impegno quotidiano. Ma è importante che siate al mio fianco così come io sarò sempre al vostro.

Perché tutti noi abbiamo la nostra Crotone nel cuore e sentiamo di volerle dimostrare in ogni circostanza affetto.

Se ogni giorno, anche davanti alle difficoltà ma con la mente ed il cuore aperti alla speranza ed al futuro, ricorderemo a noi stessi e agli altri di essere orgogliosamente crotonesi, riusciremo nell’intento di unirci sempre di più nell’interesse di tutta la comunità cittadina.

A tutti voi giungano i più sinceri auguri di Buon Natale e Serene Feste che vi invio con tutto il cuore anche da parte di mia moglie Luigina e delle mie figlie Francesca e Federica.

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail