Ultime Notizie

OLIO CAPITALE | SUCCESSO PER LA DOLCE DI ROSSANO

La comunitΓ  Slow Food per la tutela della varietΓ  auctona ha partecipato al salone internazionale di Trieste

Tre giorni intensi di promozione per la ComunitΓ  per la tutela della Dolce di Rossano, nata attorno all’esperienza di Slow Food che fa riferimento alla condotta Magna Graecia – Pollino. Ad Olio capitale, il salone internazionale dell’olio extravergine d’oliva, l’esperienza collettiva territoriale guidata da Cesare Renzo ha avuto modo di farsi conoscere e valorizzare le aziende aderenti, unitamente alla cultivar che da anni entra di diritto tra i presidi dell’olio italiano tutelati dal movimento del cibo buono pulito e giusto. 

La Dolce di Rossano Γ¨ stata presentata in fiera grazie a due sedute di assaggio condotte da Rosario Franco, esperto assaggiatore di analisi sensoriale, e Paolo Leonci che ha previsto l’abbinamento dell’olio con alcune identitΓ  alimentari calabresi. 

A salutare la partecipazione della ComunitΓ  per la tutela della Dolce di Rossano anche l’assessore regionale all’agricoltura, Gianluca Gallo, ed il direttore del dipartimento agricoltura della Regione Calabria, Giacomo Giovinazzo, che hanno apprezzato l’unitΓ  dei produttori attorno alla cultivar autoctona, e la giornalista calabrese Fabiola Pulieri curatrice del libro “Oleoturismo, opportunitΓ  per imprese e territori” scritto a quattro mani insieme a Dario Stefano, promotore della legge sull’oleoturismo.

Β«Pensiamo – ha dichiarato il portavoce della comunitΓ , Cesare Renzo – di lavorare ad una etichetta comune che ci permetta di rafforzare il concetto di tutela della cultivar locale e l’aggregazione tra i produttori nata per tutelare una particolare qualitΓ  di varietΓ  autoctona fortemente legata all’identitΓ  del territorioΒ». 

In fiera a Trieste a rappresentare la comunitΓ  della Dolce di Rossano c’erano Madreterra biologico Calabria, Olearia Geraci, Fratelli Renzo, Olio Labonia, Azienda agricola Candiano, TabatΓ , Olio De Bellis, azienda agricola Francesco Gabriele che ritornano in Calabria con Β«grande entusiasmo e voglia di continuare nel percorso intrapreso – ha concluso Cesare Renzo – per rafforzare il concetto di identitΓ  territoriale attorno all’olio e sviluppare sempre piΓΉ momenti di conoscenza, promozione e valorizzazione della nostra cultivarΒ».

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail