Catanzaro: la magia delle favole con la stagione del “Teatro Incanto”: “La bella addormentata” piace e convince.

Una storia senza tempo messa in scena con stile ed entusiasmo dal “Teatro Incanto”, per il nuovo appuntamento con il cartellone di “Domenica d’Incanto”. Una performance colorata come un arcobaleno e dolce come zucchero filato, adatta a tutta la famiglia, capace di destare l’attenzione e la meraviglia dei più piccoli rimasti incantati davanti al palcoscenico del Teatro Comunale, diventata porta magica per entrare nel mondo delle favole.

Attori e allievi della compagnia diretta da Francesco Passafaro, davanti ad una platea piena in ogni posto, hanno dato corpo, volto e voce a principi e principesse, fate e folletti nei luoghi incantati de “La Bella addormentata nel bosco”. Protagonista non solo la bella Aurora – con l’oro nei capelli e le bocca di rosa interpretata da una bravissima Viviana Condello – che si punge con il fuso di un arcolaio, ma anche la perfida Malefica di una talentuosa Futura Peta, donna ferita, rifiutata dalla società, che decide di colpire il punto più debole della società stessa.

Protagonisti anche i piccoli allievi e le piccole allieve del TeatroLAB che al loro debutto sono stati sorprendenti per capacità e determinazione.

“La nostra programmazione quest’anno si vuole rivolgere anche alle famiglie: questi spettacoli – sottolinea Francesco Passafaro – vogliono essere un richiamo ad appropriarsi del teatro Comunale, vivere la magia del palcoscenico, gustare le storie. Vogliamo che i bambini vengano a teatro: se glielo insegniamo da piccoli, continueranno a farlo anche da adulti”.

E sono stati tanti i talenti della compagnia dei Bimbi, che si sono fatti notare, tanto che Passafaro li definisce “piccole meraviglie”.

“Quest’anno abbiamo insegnanti di canto, di danza, di cinema, di “Theater Fitness” per essere pronti a tutto, quindi abbiamo pensato di realizzare 3 commedie musicali, La Bella addormentata nel bosco, La spada nella roccia e Aladdin, in un reinventare lo spettacolo per tutta la famiglia – ricorda ancora il direttore artistico Passafaro -.  Questi spettacoli sono stati scelti per realizzare delle produzioni nuove, degli spettacoli da vedere tutti insieme. Perché il teatro è anche comunità”.

Un applauso, quindi a: Stefano Perricelli, Rita Sia, Giuseppe Raffaele, Alice Saturnino, Debora Critelli, Teresa Valentino, Beatrice Loprete, Rosa Gallo, Carmen Antoci, Giulia Capano, Giuseppe Mazzuca, Fabrizio Fiorentino, Domenico Scarpino, Gerarda Golfieri, Francesca Rotundo, Federica Trombetta, Futura Peta, Mario Scozzafava, Francesca Militano, Eleonora Piro, Roberta Tedeschi, Daniela Filippis, Viviana Condello, Domenico Vavà, Compagnia dei bimbi del TeatroLab.

Scenografia di Roberto Malta, Marta Anania, Marzia Passafaro; Audio e Luci: Kalisfera; Grafica, Alessandro Passafaro (Alpha); Coreografie, Maison D’Art di Francesco Piro.

Gli abiti d’epoca sono stati forniti, in via del tutto eccezionale, da Mirabilia. Regia di Francesco Passafaro.

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail