Confermato l’ergastolo per l’omicidio Parretta In secondo grado nella corte d’appello di Catanzaro.

Salvatore Gerace era capace di intendere e di volere quando, il 13 gennaio 2018, uccise a colpi di pistola il giovane Giuseppe Parretta, nella sede dell’associazione ‘LibereDonne‘, fondata a Crotone dalla madre di Giuseppe, Katia Villirillo, per salvare le donne da violenza, tratta e prostituzione. Questa mattina, l’udienza di appello ha confermato la sentenza di primo grado, che aveva già condannato Gerace all’ergastolo. (Fonte dire.it)

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail