Ultime Notizie

Cosenza: presentato il Progetto di valorizzazione del patrimonio artistico della Provincia.

Un progetto importante quello presentato questa mattina nella Sala degli Specchi, che riguarda la realizzazione di azioni integrate di qualificazione e valorizzazione del patrimonio artistico della Provincia di Cosenza. Presenti all’incontro la Presidente Rosaria Succurro; il Dirigente del Settore Bilancio, Patrimonio e Tributi Giuseppe Meranda; e il Progettista e Referente del Progetto Gianluca Nava.

L’obiettivo primario – ha dichiarato il Presidente Rosaria Succurro in conferenza stampa – «è la tutela dei beni del nostro patrimonio culturale affinchΓ© possa essere offerto alla conoscenza e al godimento collettivi, curandone in particolare la protezione e la conservazione attraverso la manutenzione, intesa come intervento finalizzato al controllo delle condizioni del bene culturale per mantenerlo nel tempo e il restauro, inteso come intervento diretto su un bene culturale per recuperarne l’integritΓ  materialeΒ».

La Presidente Succurro non ha mancato di sottolineare, inoltre, che i beni culturali di cui Γ¨ ricco il Palazzo della Provincia che, si affaccia peraltro su una Piazza altrettanto incantevole e colma di storia, Β«non sono soltanto un patrimonio da salvaguardare, ma rappresentano un’opportunitΓ  per il territorio anche in termini di sviluppo del turismo. Le risorse culturali e paesaggistiche di Cosenza difatti rappresentano un aspetto estremamente qualificante e la Provincia, all’interno di un’ottica certamente lungimirante di valorizzazione del proprio patrimonio culturale, puΓ² rendere fruibile un’offerta turistica integrata in grado di supportare lo sviluppo economico dell’intero territorioΒ».

Fra gli altri obiettivi del Progetto – ha informato in conclusione Rosaria Succurro – Β«sono previsti l’istituzione di un laboratorio di restauro nelle tre sale contigue e comunicanti dell’ex MAM (ex Museo Arti e Mestieri), con lo scopo di prolungare la vita delle opere d’arte e, pertanto, di favorire la sopravvivenza della memoria fra tutte le generazioni; e la realizzazione di una serie di work-shop e cantieri-scuola, con lo scopo di fornire adeguate conoscenze a giovani ed esprimere un congruo livello di competenze nel settore della conservazione e del restauro dei beni culturaliΒ».

Per spiegare l’iter amministrativo Γ¨ intervenuto il dirigente Meranda, il quale ha sottolineato che Β«tutto quanto proposto e realizzato nel progetto (unica proposta pervenuta) di cui alla manifestazione di interesse promossa dall’Ente sarΓ  reso, da parte dell’operatore interessato, a titolo gratuitoΒ». Il Dirigente ha inoltre reso noto l’elenco degli interventi programmati per questa prima fase: 1. Intervento di conservazione e restauro della scultura lapidea raffigurante Vittorio Emanuele; 2. Intervento di conservazione e restauro dei dipinti della collezione Savoia (di formato ovale, rettilineo e mistilineo comprese le rispettive cornici lignee intagliate e dorate); 3. Intervento di conservazione e restauro della scultura lapidea raffigurante β€œPietra di sale”; 4. Intervento di revisione conservativa dei dipinti murali della Sala degli Specchi; 5. Intervento di conservazione e restauro del bozzetto in gesso patinato di Cesare Baccelli; 6. Intervento di conservazione e restauro dei lampadari in varie leghe 7. Intervento di conservazione e restauro del gonfalone storico 8. Intervento di conservazione e restauro dei dipinti collocati nel Salone della Presidenza e vani limitrofi (comprese le rispettive cornici lignee intagliate e dorate).

Infine, il Prof. Gianluca Nava si Γ¨ soffermato sugli aspetti piΓΉ squisitamente tecnici.

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail