Crotone – incontro con il dott. Luigi Puccio, autore di “Industry 4.0”

Un incontro interessante, sulla pubblica amministrazione e sulla sua evoluzione, quello che si è tenuto questa mattina nella Sala Consiliare

Ospite dell’amministrazione il dott. Luigi Puccio, autore di “Industry 4.0 – Innovazione, creazione e cambiamento nel mondo del lavoro”

Un incontro divulgativo e formativo con il personale dell’Ente che l’assessorato al Personale ha inteso coinvolgere in questo primo di una serie di seminari, aperti anche alla cittadinanza.

Dopo i saluti del sindaco Voce che ha ringraziato il dott. Puccio per la disponibilità rinnovandogli anche il ringraziamento per aver donato, con la sua organizzazione di volontariato LP con Te di Botricello, caschi professionali per il progetto di pubblica utilità finalizzati al reinserimento sociale dei detenuti della Casa Circondariale di Crotone, l’incontro si è incentrato sull’evoluzione nel settore della pubblica amministrazione con l’introduzione di nuovi strumenti come il telelavoro o lo smart working, ma anche in relazione alla sicurezza sul lavoro, infortuni e malattie professionali, poteri di controllo e disciplinari, apprendimento continuo) facendo un approfondimento anche sugli effetti del Covid nell’ambito dell’organizzazione del lavoro

Ci si è soffermati, inoltre sull’innovazione digitale nella pubblica amministrazione (piano per l’informatica nella pubblica amministrazione, sistemi di protocollazione, informazione e comunicazione)

Ma su tutto, come ha evidenziato nel suo intervento e nel dialogo con i presenti, prevale l’elemento umano. La pubblica amministrazione non è anonima ma è fatta di persone.

Ampliando il ragionamento il dott. Puccio ha sottolineato che il mondo del lavoro si sta contraddistinguendo, in un lasso di tempo molto breve, per una grande quantità di cambiamenti.

In particolare afferma che due bambini su tre fra quelli che ora iniziano la scuola primaria faranno in futuro un lavoro che oggi non esiste.

Facendo riferimento al suo saggio, evidenzia come la tecnologia non solo è cambiata ma ha cambiato anche il modo di lavorare ed il lavoro stesso.

Professioni e professionisti parlano, o sono obbligati a parlare, la lingua dell’innovazione per stare al passo con i tempi.

Alcuni capitoli del saggio sono dedicati ai cambiamenti nel mondo dell’industria con un passaggio storico dalla prima rivoluzione industriale seguendone il suo sviluppo non soffermandosi solo sull’aspetto del cambiamento tecnologico che pure è presente nel discorso ma anche sull’evoluzione dell’approccio al lavoro del singolo operaio, del datore di lavoro, dell’imprenditore.

Esamina successivamente l’innovazione dell’industria 4.0 (nuove tecnologie, nuovi fattori produttivi e nuova organizzazione del lavoro) che investe non solo maestranze ma anche i consumatori in vari contesti da quello europeo a quello americano fino a quello cinese. E si sofferma anche sulle ricadute di questo cambiamento che impone la necessità di insistere sulla capacità di adattamento ai nuovi processi ed anche sulla opportunità di apprendimento rispetto alla conoscenza di strumenti che in pochi anni scompaiono.

L’iniziativa vuole essere la prima di una serie di incontri di formazione e confronto che saranno organizzati all’interno dell’ente su tematiche differenti e attuali e che coinvolgono a diverso titolo i settori dell’ente.

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail