Doppio appuntamento al Teatro Comunale di Badolato, sabato sera ci sarà “I D.I.D., uno spettacolo trashinante”, mercoledì la restituzione “Amanda. Colei che dev’essere amata”.

Giornate intense in quel di Badolato con un fitto calendario di attività al Teatro Comunale a cura della
Compagnia Teatro del Carro – Pino Michienzi che lì gestisce la residenza MigraMenti, diretta da Luca
Michienzi e Anna Maria De Luca, e che vedranno, nelle prossime giornate, anche alcune iniziative aperte
al pubblico. Il primo appuntamento al quale potranno assistere gli spettatori sarà domani sera, quando
alle 21.15 andrà in scena “I D.I.D., uno spettacolo trashinante” di Teatro Primo e Teatro dei 3 Mestieri,
per la regia di Christian Maria Parisi. “I D.I.D.” è scritto da Giusi Arimatea e Domenico Loddo e ha come
protagonista un quartetto di attori (anche nella finzione) tutti potenziali colpevoli di un omicidio. Tutti
confessano a un commissario invisibile, ma scaricano la responsabilità del reato sugli altri. Alla fine la
verità esplode in tutta la sua violenza. Ad interpretarli ci saranno Tino Calabrò, Stefano Cutrupi, Silvana
Luppino e Cinzia Muscolino, oltre alla voce narrante di Gianfranco Quero.
Il secondo appuntamento aperto al pubblico è per mercoledì 1 dicembre, quando, alle 20.45 ci sarà
“Amanda. Colei che dev’essere amata”, la restituzione dei fratelli Carchidi di LaboArt, a Badolato per
concludere il loro periodo di residenza nell’ambito del progetto MigraMenti. “Amanda” è uno spettacolo
che ha sullo sfondo la violenza di genere e le sue sottili sfumature che germinano nella manipolazione
psicologica e nell’amore patologico: la protagonista è Antonella Carchidi, che ha scritto l’opera insieme
a Francesco Carchidi, che ne cura anche la regia. La protagonista dello spettacolo soffre di acufene,
disturbo uditivo caratterizzato da una frequenza sonora udibile solo da chi ne è affetto. L’acufene si
trasforma in personaggio e in pretesto per dare inizio al tormento interiore di Amanda, metafora del
senso di spaesamento che sta coinvolgendo l’era contemporanea, bombardata da stimoli psichici
sempre più invadenti. Acufene è infatti una figura arrogante, che vuole comandare, determinare i
pensieri di Amanda. Lo spettacolo debutterà il 20 gennaio 2022 nella selezione ufficiale del Teatro Pim
Off di Milano.

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail