Il Direttivo di Confindustria Crotone ha incontrato ieri pomeriggio Sergio Ferrari, Presidente della Provincia di Crotone.

Sul tavolo di confronto il tema infrastrutture e mobilità.

Sosteniamo da tempo che un’attenta ed integrata strategia di investimento per ammodernare e mettere in rete le infrastrutture esistenti è indispensabile per dare slancio allo sviluppo produttivo dell’area del crotonese e più in generale della Calabria ionica, che nel settore agro- alimentare, vitivinicolo e turistico- culturale vanta operatori di primo piano nello scenario nazionale ed internazionale e siti culturali e naturalistici di grande pregio legati all’epopea della Magna Grecia, da Sibari a Crotone, da Locri Epizefiri a Reggio Calabria” ha dichiarato Mario Spanò, Presidente di Confindustria Crotone.

Per l’Associazione industriali crotonese non serve una semplice messa in sicurezza della SS 106. “Strade e ferrovie devono consentire collegamenti efficienti con porti ed aeroporti. Dunque non è possibile programmare interventi, su strada e ferrovia, con una logica diversa da quella che pone i nodi in collegamento tra loro tramite infrastrutture efficienti, oltre che sicure”.

“Con la Provincia abbiamo condiviso la necessità di avere una visione strategica dello sviluppo delle infrastrutture della linea jonica, in maniera integrata e strategica rispetto allo sviluppo del sistema portuale ed aeroportuale ed in raccordo con il versante tirrenico” ha sottolineato Spanò.

Il Presidente Ferrari ha rappresentato le attività svolte dall’Ente per sostenere la definizione di tracciati lungo la SS 106 verso Sibari e la condivisione da parte dei Comuni interessati. Sono stati fatti passi in avanti significativi per traguardare la progettazione di una strada di tipo B. E’ ora indispensabile che la Giunta regionale deliberi la deroga al dibattito pubblico e quindi la semplificazione della procedura anche per il tratto Crotone/Sibari, così come fatto per il tratto Simeri/Crotone a gennaio 2021.

Il Presidente Spanò ha espresso soddisfazione per l’incontro e per i temi affrontati ed al termine il Presidente della Provincia ha dato ampia disponibilità ad ulteriori approfondimenti su problematiche specifiche attinenti al ruolo ed alle competenze della Provincia.

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail