Lo spot “Benvenuti in Aspromonte” realizzato dal regista e attore lametino Francesco Pileggi, nei giorni scorsi al Magna Graecia Film Festival

L’Aspromonte brucia ancora. Dopo i disastrosi incendi della scorsa settimana che hanno aggredito il cuore verde della Calabria, le fiamme continuano a ferire un patrimonio naturalistico straordinario. Ripensare, in queste ore, alla bellezza del Parco dell’Aspromonte attraverso il racconto poetico per “visioni” affidato al nuovo spot realizzato dal regista calabrese Francesco Pileggi vuole essere un monito: attenzione a preservare questo bene comune, la mano dell’uomo deve tutelare e proteggere, non distruggere, tanta bellezza. “Benvenuti in Aspromonte” è stato anche protagonista di una serata del Magna Graecia Film Festival, concluso nei giorni scorsi a Catanzaro, nella sezione “Sguardi di Calabria”, al Complesso Monumentale San Giovanni.

Lo spot è un racconto di immagini e “visioni” del regista, oltre che di “respiri mozzafiato” dell’Aspromonte. Moderno e arcaico sono mixati in una varietà di colori e di metafore che mostrano l’eccezionalità della Montagna Lucente calabrese, grazie anche al contributo dello scrittore aspromontano Gioacchino Criaco.

Il video inizia con un nuovo Big Bang provocato dal battito d’ali d’un gabbiano, tocca uno dei luoghi più straordinari della montagna, l’ovile verticale, o la Grotta di Polifemo così come il regista ha rinominato il sito,  per poi mostrare rocce, cascate, bellezze naturali di cui alcune sembrano simulare opere artistiche come la Guernica di Picasso, o dipinti di Paul Klee,  per toccare i siti del Parco da poco sotto la tutela Unesco, come Pietra Cappa e la Vallata delle grandi Pietre. Lo spot voluto dal presidente del Parco Leo Autelitano, che ha affidato la supervisione alla direttrice pro tempore Silvia Lotterosta conquistando festival e consensi non solo in rete.

Francesco Pileggi, regista video e di teatro, è originario di Lamezia Terme. Costantemente impegnato nella realizzazione di documentari, cortometraggi e spot istituzionali, ha scelto per questo innovativo contenuto di non utilizzare droni privilegiando una visione da “terra”, oltre che per una scelta ambientalistica, anche per offrire agli spettatori un punto di vista ancor più coinvolgente.

Artista eclettico e poliedrico, Pileggi, racconta la realtà del nostro tempo senza filtri, senza format precostituiti figli di stereotipi post-moderni. Tanti i riconoscimenti ricevuti da Pileggi nella sua lunga carriera tra cui il primo Premio al concorso nazionale cortometraggi scolastici Parchi&Parchi 2006 con il video La spazzatura Immobile. Primo Premio categoria scuole al Film Festival nazionale Sardegna Film 2006. Primo Premio al Montecatini International Film Festival 2018 con Siamo tutti un po’ rromani. E, ancora, il Giglio d’Argento, consegnato dalla Provincia di Firenze per lo spettacolo Legami (contro le mafie) in scena a Palazzo Vecchio. Nel 2018 anche una targa dei genitori della famiglia Gabriele per il testo I goal di Dodò, un omaggio al piccolo Dodò, vittima innocente di ‘ndrangheta.

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail