SERRASTRETTA : AL VIA IL 19° SLALOM MONTE CONDRO’

Al via del 19° Slalom del Monte Condro’ a Serrastretta domenica 7 novembre.

Poste italiane ha dedicato un annullo filatelico all’evento sportivo e a Dalida (Iolanda Cristina Gigliotti) dalle origini serrastrettesi.

L’appuntamento automobilistico che nell’ormai collaudato percorso vede sfilare il meglio dei piloti italiani del settore slalom per aggiudicarsi il titolo italiano che ancora una volta vede protagonista il prestigioso e apprezzato percorso di Serrastretta per definire la classifica finale e l’aggiudicazione del titolo di Campione Italiano Slalom.

Le adesioni sono state numerose, i 95 piloti iscritti in gara sono pronti alle operazioni preliminari di sabato 6.

L’Associazione Dalidà organizzatore della manifestazione ha curato con attenzione tutte le fasi di preparazione. Ancora una volta si è prestata la massima attenzione alla sicurezza.

Questa edizione inoltre si caratterizza per le misure di contenimento al covid che l’organizzatore si è impegnato a rispettare secondo quelle che sono le regole nazionali ed il protocollo emanato dalla federazione nazionale Acisport.

Il presidente dell’associazione organizzatrice, Francesco Fazio, ringrazia gli organi preposti per il rilascio delle licenze e per la solerzia avuta. Diversi sono gli organi istituzionali che hanno voce in capitolo e tra questi bisogna doverosamente citare il Comune di Serrastretta, la Provincia di Catanzaro, la Prefettura di Catanzaro.

Il direttore di gara designato è il signor Rosario Moselli, direttore aggiunto Fioravante Fabrizio Perri, il commissario sportivo nazionale Massimo Arcese , il commissario tecnico nazionale Francesco Massari.

Sarà presente, come d’obbligo per una tappa di campionato italiano, l’Osservatore Nazionale nella persona del dott Antonio Milo.

Oltre ai trofei assegnati ai vincitori ancora una volta a cura dell’organizzazione verrà assegnato il Trofeo Dalida.

Domenica 7 novembre si sfideranno nello Slalom Monte Condrò, numerosi, come sempre, i piloti presenti sulla linea di partenza dei due chilometri e mezzo a cronometro della competizione calabrese che, ancora una volta, vedrà calare il sipario sulla stagione del Campionato Italiano Slalom. Un campionato bello,

combattuto e aperto fino all’ultima salita con ben tre piloti ancora in lizza per il gradino più alto del podio e la conquista del titolo. A cimentarsi sull’impegnativo percorso di gara immerso tra la fitta vegetazione di castagni ci saranno quindi, certamente, Fabio Emanuele, Emanuele Schillace e Salvatore Venanzio che, racchiusi nell’arco di sette punti in classifica, si giocano sulle strade della Calabria la stagione. Davanti a tutti, con 98 punti validi, partirà il pilota molisano che, al volante della sua Osella PA 9/90 Alfa Romeo, sul Monte Condrò vinse l’ultima edizione disputatasi nel 2019 e, nello stesso anno, si conquistò il suo sesto titolo di Campione Italiano Slalom. A soli due punti, ad inseguirlo da vicinissimo, il giovane siciliano Emanuele Schillace al volante di una Radical SR4 Suzuki. La stessa vettura con cui Salvatore Venanzio, il Campione Italiano Slalom in carica che qui vinse nel 2018, chiude, a quota 91, il terzetto degli aspiranti al titolo di campione.

Domenica 7 novembre, il programma dello Slalom Monte Condrò prevede la ricognizione ufficiale del percorso di gara, 2520 metri con dodici postazioni di rallentamento tra la partenza dal fiume Amato e l’arrivo arrivo a Serrastretta, a partire dalle ore 9 cui seguirà, alle ore 11, il via della prima delle tre manches. Tre passaggi per il gradino più alto del podio, tre passaggi per stabilire chi sarà il Campione Italiano Slalom 2021 in una giornata di festa dei motori sulle strade della Calabria che si concluderà, alle ore 17, con la cerimonia di premiazione in piazza Pitagora, a pochi passi dalla casa museo intitolata alla serrastrettese più famosa del mondo: Iolanda Cristina Gigliotti, in arte Dalida.

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail