VENEZIA 4-5-6 Novembre. L’ Ordine degli Architetti di Crotone partecipa alla Conferenza Nazionale degli Architetti..

Gli Architetti di Crotone hanno partecipato, con il Presidente Arch. Francesco Livadoti ed Consiglio
dell’Ordine, agli eventi in programma nei giorni 4-5 e 6 Novembre a Venezia, promossi dal Consiglio Nazionale
dell’Ordine, consistenti nella Conferenza Nazionale degli Ordini degli Architetti, la Festa dell’Architetto e la
Biennale di Venezia.
La Conferenza Nazionale degli Ordini – svoltasi presso la “Scuola Grande S. Giovanni Evangelista” – alla quale
hanno presenziato il Segretario dell’Ordine Arch. Giovanni Gentile ed il Tesoriere Arch. Francesco Raffele, si
è occupata dei temi relativi alle Politiche del lavoro e del futuro della Professione l’accrescimento della
qualità dei luoghi, la fruizione degli spazi comuni e lo stesso funzionamento delle città i cui cambiamenti
toccano anche la dimensione esistenziale delle persone, la sostenibilità e l’economia circolare come pure una
cultura d’impresa etica, che tenga conto delle reali differenze territoriali, economiche e sociali”.
dell’approvazione da parte del governo della Legge sull’architettura.
La C.N.O. ha poi eletto il suo nuovo ufficio di Presidenza, composto da Marina Giorgi, Presidente dell’Ordine
Architetti Pordenone, Vittorio Lanciani, Presidente dell’Ordine Architetti Pianificatori Paesaggisti e
Conservatori Macerata, Daniele Pezzali, Presidente dell’Ordine Architetti PPC Parma, che affiancherà il
Consiglio dell’Ordine per i prossimi due anni e gestirà le attività degli Ordini territoriali in seno alla Conferenza
e alla Delegazione Consultiva regionale.
Al termine della Conferenza, l’attenzione si spostata sulla Festa dell’Architetto organizzata dall’Ordine degli
Architetti di Venezia c/o Palazzo “Cà Giustinian”, supportata dal CNAPPC, durante la quale sono stati
assegnati, nel corso della Festa dell’Architetto 2021, da una giuria presieduta da Jette Cathrin Hopp (Studio
Snøhetta), i Premi “Architetto/a italiano/a 2021” e “Giovane Talento dell’Architettura italiana 2021” che
vanno, rispettivamente, a Franco Tagliabue Volontè, Ida Origgi di #ifdesign per il progetto “Laboratori e
Centro Socio Educativo” a Erba (Co), e a Francesco Manzoni e Paolo Manzoni a25architetti per il progetto “Il
Rifugio del Gelso” a Montevecchia (LC).
Alla Festa dell’Architetto si è tenuta una discussione sulla Legge per l’Architettura, introdotta da Alessandra
Ferrari, alla quale hanno partecipato Francesco Miceli, Presidente CNAPPC; Iñaqui Carnicero AlonsoColmenares, Direttore Generale Agenda Urbana e Architettura, presso il Ministero dei Trasporti, della
Mobilità e dell’Agenda Urbana (Mitma), Madrid; Luca Maggi, Dirigente Servizio III – Architettura
Contemporanea – Direzione Generale Creatività Contemporanea – Ministero della Cultura. Durante la
discussione è stato letto un messaggio inviato dal Ministro della Cultura, Dario Franceschini al Presidente del
Consiglio nazionale, Francesco Miceli – “E’ importante ricordare il reciproco impegno nel varo di una legge
per l’architettura, preso nel corso del nostro ultimo incontro. Si tratta di un provvedimento necessario e
indispensabile, tanto più alla luce delle inderogabili necessità imposte dall’esigenza di uno sviluppo
pienamente sostenibile, resa evidente dalla duplice sfida della pandemia e dell’emergenza climatica.
Nei giorni seguenti, il consiglio dell’Ordine con il Presidente Francesco Livadoti, il Segretario Gentile Giovanni
ed il tesoriere Francesco Raffele, gli Architetti Mariella Lucente, Ivana La Croce, Silvia Mauro, insieme ad altri
iscritti all’Ordine di Crotone, hanno visitato la Biennale di Architettura, ritornata dopo lo stop del Covid, con
il tema “How will we live together?” – “Come vivremo insieme?”.
Un tema di notevole interesse ed attualità, trattato con cura e nei dettagli, con tanti allestimenti dislocati tra
“l’arsenale” ed i “giardini”, con 112 partecipanti, 60 partecipazioni Nazionali e 17 eventi collaterali. Tra gli
allestimenti, anche il Progetto “call me by my name, #architette Italiane” a cura di 137 architette Italiane,
117 studi, tra cui la Crotonese Valentina Pontieri, la quale ha partecipato insieme ad altre colleghe Architette
Italiane, che il Consiglio dell’Ordine di Crotone ha deciso di ospitare in un evento che sarà organizzato nei
prossimi mesi a Crotone.

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail