Accoglienza migranti, tra i primi sei in Italia il progetto della Provincia di Cosenza

«Con proprio provvedimento, il ministero dell’Interno ha approvato e finanziato per quasi 775mila euro un nostro ampio progetto di accoglienza legato al Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati. Nello specifico, il progetto della Provincia di Cosenza è stato valutato tra i primi sei in tutta Italia, subito dopo i progetti analoghi presentati dalle Province di Napoli, Torino, Lucca, Sondrio e Pisa». Ne dà notizia, in una nota, la presidente della Provincia di Cosenza, Rosaria Succurro, che puntualizza: «Saranno 47 i migranti che beneficeranno degli interventi previsti nel progetto in questione, che avevo firmato nello scorso aprile, riguardante il triennio 2023-2025. La cultura dell’accoglienza contraddistingue tutti gli italiani, in particolare i calabresi. Con tutti i crismi di legge e nella massima trasparenza gestiremo l’importante finanziamento ottenuto, al fine di aiutare persone bisognose cui è impedito di vivere liberamente nei Paesi di provenienza. Sappiamo bene che, soprattutto in questo periodo, c’è bisogno di tanta solidarietà tra i popoli». «Già per l’ospitalità di molte famiglie ucraine colpite dalla guerra, nei mesi scorsi eravamo stati pronti, operativi e concreti. Faremo altrettanto – assicura Succurro – anche adesso. Sin dal 2009, la Provincia di Cosenza gestisce l’accoglienza, la protezione e l’integrazione di richiedenti asilo e dei rifugiati nell’ambito del sistema Sprar per richiedenti o titolari di protezione internazionale e/o umanitaria, sia singoli che famiglie. Negli ultimi 15 anni, nelle comunità locali – ricorda la presidente – si è creato un esemplare patto sociale fra le comunità di accoglienza e le persone accolte. Così è nato un nuovo modello di società, in cui l’altro da sé è una risorsa, una ricchezza. Nel contempo, l’effettiva integrazione ha determinato – conclude Succurro – un’evidente ripresa dell’economia territoriale».

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail