Comune di Crotone: Presentata la candidatura del Comune di Crotone per il CIS (Contratto Istituzionale di Sviluppo) Calabria: progetti per oltre duecento milioni di euro finalizzati a creare sviluppo per il territorio.

Oltre 200 milioni di euro in progetti presentati dal comune di Crotone per il CIS Calabria.
Un programma ambizioso ma supportato da un lavoro costante e minuzioso e soprattutto da una visione di insieme destinato, nel caso di sua approvazione, a creare sviluppo per il territorio.

Sono venti le proposte progettuali con le quali l’amministrazione si è candidata ai Contratti Istituzionali di Sviluppo, strumenti utilizzati per la valorizzazione dei territori attraverso investimenti ed opere infrastrutturali.

In particolare l’amministrazione si è candidata al CIS Calabria “svelare la bellezza” che prevede quattro ambiti di intervento: 1) ambiente, risorse naturali e riqualificazione urbana, 2) cultura, 3) turismo, d) trasporti e mobilità sostenibili.

Nella visione dell’amministrazione il miglioramento del benessere e dello sviluppo del cittadino come elementi cardine dell’azione.

L’attenzione, nella compilazione dei progetti, si è concentrata sulla tutela del bene comune con particolare rilevanza all’utilizzo delle risorse naturali ma anche di accesso alle risorse in un’ottica di città che si prende cura dei cittadini e maggiore attenzione al vivere locale, obiettivi strategici calati nel Documento Unico di Programmazione dell’Ente approvato nel Giugno scorso. Una serie di progetti concatenati tra loro che comprendono tutta l’area della città: dal centro storico alle periferie.

Gli interventi riguarderanno la tutela dell’ambiente e la messa in sicurezza del territorio quali la barriera costa sud per la mitigazione dell’erosione costiera e la difesa del suolo con la sistemazione dei sottobacini; il completamento della messa in sicurezza dei canali 19, 16 e 18, del bacino Lagonetto, di Passovecchio e del Papaniciaro; l’adeguamento della rete idrica e collettamento della rete fognaria, la messa in servizio del serbatoio di S. Giorgio utilissimo in caso di interruzione del servizio idrico.

Ulteriori interventi attraverso azioni di recupero urbano: rigenerazione urbana del centro storico, collegamento delle periferie Nord e Sud alla costa, la ristrutturazione dell’ex piscina Coni.

Ed ancora la pista ciclopedonale verso Capo Colonna, il water front con la sua riqualificazione, il collegamento tra il quartiere Tufolo/Farina e il lungomare, la biblioteca digitale.

Attraverso il monitoraggio di opportuni indicatori di realizzazione e di risultato si mira all’aumento dell’occupazione e all’incremento dei flussi turistici.

“Un lavoro enorme con il solo obiettivo di creare sviluppo per il territorio. Siamo partiti dai bisogni del cittadino e dagli obiettivi strategici inseriti nel documento unico di programmazione per presentare proposte coerenti con gli ambiti. Auspichiamo una concreta azione di valorizzazione da parte del Ministero che dovrà valutarsi, attraverso una procedura concertativa, sull’ammissibilità dei finanziamenti” dichiara l’assessore alle Attività Produttive Luca Bossi

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail