Crotone: Inaugurata la mostra delle opere realizzate dagli studenti per il Progetto “Non abusiamo del mare”

E’ stata inaugurata ieri mattina (giovedì 23 giugno), presso la sede del Gruppo “Amatruda” dell’Associazione nazionale marinai d’Italia (Anmi) di Crotone, la mostra delle opere artistiche realizzate dagli studenti dei quattro istituti della provincia coinvolti nel progetto di educazione ambientale “Non abusiamo del mare”. Il progetto, avviato nel 2020 dall’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria (Arpacal) in partenariato con la Capitaneria di porto e il Gruppo Anmi di Crotone, ha avuto l’obiettivo di aumentare la consapevolezza del valore della biodiversità, del paesaggio e di un consumo responsabile e sostenibile. Grande rilevanza è stata all’inquinamento marino da plastica, capace di degradarsi in particelle che penetrano nella catena alimentare e sono responsabili d’interferenze biochimiche nell’uomo, nei pesci e in altri esseri viventi. E’ proprio la plastica il materiale col quale sono state prevalentemente realizzate le opere esposte in piazza Marinai d’Italia, dove ha sede il Gruppo “Amatruda”. Bottiglie, bicchieri, tappi, cannucce e altri oggetti, galleggianti o sommersi, che sempre più spesso il mare riporta a riva sono state tramutate dagli studenti in originali e colorate espressioni di “pet art” (pet è l’acronimo di polietilene tereftalato, il materiale di cui sono composte principalmente le bottiglie di plastica). Grazie alle loro opere, gli studenti degli istituti coinvolti nel progetto (“Lilio” di Cirò, “Gangale” di Cirò Marina”, “Borrelli” di Santa Severina e omnicomprensivo di Strongoli) lanciano un duplice messaggio, quello di sensibilizzare ad un utilizzo e smaltimento più responsabili di oggetti normalmente usa e getta e di dimostrare che il riciclo, anche artistico, della plastica può contribuire a ridurne l’impatto sul mare e sull’ambiente in generale. All’inaugurazione della mostra erano presenti: per l’Arpacal Sonia Serra, direttrice del Centro regionale sistemi di gestione integrati qualità e ambiente, Emilio Cellini, direttore del Centro regionale di strategia marina, e Rosalba Odoguardi, referente di progetto; per Il Gruppo Anmi “Amatruda” il presidente Vito Michele De Caro, il delegato della Sezione aggregata di Cirò Marina Vincenzo Baldassarre e il consigliere e referente di progetto Giulio Grilletta; per la Capitaneria di porto di Crotone il tenente di vascello Giovanni Paolo Arcangeli. Presenti anche studenti autori delle opere. La mostra, felicemente inserita nel programma di eventi collaterali alla seconda edizione del Nastro Rosa Tour, regata velica intorno all’Italia con tappa anche a Crotone, è aperta al pubblico dalla serata di venerdì 24 giugno.

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail