JOBEL E ARCI CROTONE DANNO VITA A COMUNITA’ IN CAMPO: RICAVI DEVOLUTI ALLA COOPERATIVA NOEMI

Creare un’economia solidale, virtuosa e relazionale per favorire uno sviluppo che nasce dal basso: è questo l’obiettivo di “Comunità in campo”, la prima comunità solidale in Calabria, creata dal Consorzio Jobel e da Arci Crotone, insieme a Calabrialleva, per mettere in rete piccoli produttori della provincia crotonese e famiglie interessate ad acquistare cibo sano e sostenibile. La prima tappa si terrà, domenica 21 novembre, presso Parco Pitagora: una mattinata conviviale, durante la quale produttori e consumatori si incontreranno per condividere bisogni e sogni, prevedendo l’assaggio e la vendita dei prodotti. Tale evento segnerà l’avvio della creazione di un GAS, gruppo di acquisto solidale, che mira ad arrivare a cento consumatori, numero minimo per raggiungere una soglia di auto sostenibilità.

“Abbiamo scelto di chiamarci Comunità in Campo perché rappresentiamo una comunità locale di produttori, consumatori e altri attori (ONG, Enti gestori del territorio, Amministrazioni pubbliche, Enti di ricerca e formazione, operatori del turismo, della ristorazione, commercio e ricettività…), che hanno deciso di unirsi per dare vita ad un progetto sociale di sviluppo locale, chiamato GARANZIA PARTECIPATA, che appunto assicura la qualità biologica e la sostenibilità etica dei prodotti e servizi realizzati nel nostro territorio”, annunciando che, non appena appreso del grave atto vandalico subito dalla Cooperativa Noemi, i soci e i promotori di Comunità in campo hanno deciso di devolvere loro il ricavato della mattinata di domenica per contribuire a riparare i danni. Sempre alla cooperativa sociale in prima linea nella difesa dei diritti saranno devoluti i ricavi della cena inaugurale di “Fabbrica”, il nuovo punto Arci sito in Via Mario Alicata.

Guidati dai valori della fiducia, della trasparenza e dello scambio di conoscenze, Jobel, Arci Crotone e Comunità in campo invitano la cittadinanza a restare vicini alla Cooperativa Noemi e a tutto il terzo settore crotonese, vero presidio di coesione sociale, contribuendo attivamente alle occasioni di solidarietà.

Facebooktwitterlinkedinrssyoutube
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail